16 Maggio 2022

Contrasto al bracconaggio, la Polizia Provinciale ferma due Cacciatori per attività illecite a Possagno

Continuano le operazioni di contrasto al bracconaggio della Polizia Provinciale: nelle ultime settimane, in un'area boschiva di Possagno, gli agenti hanno fermato durante la notte due cacciatori della zona di Fonte attrezzati per svolgere l'attività venatoria illegalmente. Nei giorni scorsi, i dettagli dell'intervento sono stati condivisi con Stefano Marcon Presidente Provincia di Treviso e il Segretario generale della Provincia, Maria Teresa Miori.

La Polizia conosceva con precisione il luogo dell'appostamento, perché da tempo aveva ricevuto alcune segnalazioni di colpi d'arma da fuoco uditi nelle ore notturne: per questo, dopo un'attenta osservazione della zona, ha individuato i punti di transito della fauna selvatica, che portavano a un sito di pasturazione utilizzato solitamente dai cacciatori per rallentare il passaggio degli animali alla ricerca di cibo.

Nel corso dell'operazione, gli agenti sono riusciti a identificare i due bracconieri che, dall'interno di un autoveicolo, controllavano il bosco illuminandolo con una torcia, per ricercare la selvaggina. Una volta fermati, durante il controllo, è stata trovata una carabina munita di visore notturno, carica e pronta all'uso, detenuta da uno dei due cacciatori.

L'arma e gli altri accessori rinvenuti sono stati sequestrati e i due uomini sono stati denunciati per caccia in periodo di divieto generale e mezzi non consentiti alla Procura della Repubblica di Treviso.
L'intervento di Possagno si annovera nel vasto piano di attività della Polizia Provinciale rivolto al contrasto del bracconaggio nel territorio della Marca, in continuità con le operazioni condotte a inizio anno nelle Prealpi Trevigiane.
L'importanza di queste operazioni riguarda anche l'ambito sanitario, poiché gli esemplari di fauna selvatica prelevati abusivamente, soprattutto i cinghiali, non transitano per i controlli medici previsti dalla normativa. Alla luce dell'emergenza in corso per i casi di peste suina africana in alcune regioni d'Italia, come Liguria, Piemonte e Lazio, il contrasto al bracconaggio è fondamentale per garantire a tutta la cittadinanza maggiore sicurezza.

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2022 Provincia di Treviso