Come fare per


Ogni impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria. Sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento. Non sono considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, caminetti, apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante; tali apparecchi, se fissi, sono tuttavia assimilati agli impianti termici quando la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servitor della singola unita' immobiliare e' maggiore o uguale a 5 kW. Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unita' immobiliari ad uso residenziale ed assimilate

D.M. 10 febbraio 2014 ha previsto i "Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 74/2013. I nuovi modelli di libretto sono utilizzati dal 15 ottobre 2014.
La Regione del Veneto ha istituito con D.G.R.V. 23 dicembre 2014 n. 2569 il Catasto Regionale telematico degli impianti termici CIRCE, dove vengono registrati a cura del manutentore gli impianti, le manutenzioni e i controlli eseguiti.
Ogni utente può controllare la situazione del proprio impianto accedendo al link: https://catasto-impianti-termici.regione.veneto.it/consultazione_anonima.php

- L'occupante dell'immobile, a qualsiasi titolo, in caso di impianti individuali.
- L'amministratore di condominio, in caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati.
- Il Terzo Responsabile nel caso di affidamento della responsabilità a ditta qualificata.
- Il proprietario dell'immobile in tutti gli altri casi.

Il riscaldamento per gli impianti termici situati nella provincia di Treviso può rimanere acceso dal 15 Ottobre al 15 Aprile, nei limiti di 14 ore giornaliere, comprese tra le ore 5 e le ore 23 di ciascun giorno.
Al di fuori di tale periodo gli impianti possono essere attivati solo in presenza di condizioni climatiche che ne giustifichino l'utilizzo e con una durata giornaliera non superiore a 7 ore.
Nel caso di impianti siti in edifici ad uso residenziale, il responsabile dell'impianto deve controllare che la temperatura media dell’aria nei diversi ambienti di ogni singola unità immobiliare non superi di norma i 20° C + 2° di tolleranza.
Per edifici non residenziali abitati ad uso commerciale, uffici ed assimilabili 18°C + 2°C di tolleranza.

I combustibili consentiti sono solo quelli elencati nell'Allegato X, parte V del D.Lgs. 152/2006. E' vietato utilizzare come combustibile il materiale classificabile come rifiuto. L'utilizzo dell'olio combustibile è vietato per gli impianti termici civili di potenza < 3000 kW.

Il Controllo di efficienza energetica e la manutenzione vanno eseguiti ai sensi dell'art. 7 del D.P.R. 74/2013 da ditte abilitate. Il manutentore ha l’obbligo, dopo avere preso visione della documentazione tecnica dell'impianto, degli apparecchi e delle norme di riferimento, di scrivere sul libretto quali sono le operazioni di manutenzione e controllo e la loro frequenza. Il controllo di efficienza energetica, eseguito ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 74/2013, riguarda impianti con potenza utile nominale maggiore o uguale ai 10 kW e gli impianti di climatizzazione estiva con potenza utile nominale maggiore o uguale ai 12 kW. Al termine di tale controllo il manutentore compila il Rapporto di controllo di efficienza energetica, che deve essere conservato in allegato al Libretto.
Sono obbligati alla compilazione del libretto e alla manutenzione ma esclusi dal controllo di efficienza energetica, gli impianti alimentati esclusivamente da fonti rinnovabili, che comprendono le biomasse tra cui la legna da ardere, legno sminuzzato (cippato) e pastiglie di legno macinato e pressato (pellet e bricchetti).
A partire dalla data del 15 ottobre 2014 è obbligatorio l'uso dei nuovi modelli di libretto, ai sensi del D.M. 10/02/2014. Va comunque conservato il libretto esistente.

Le ispezioni sono effettuate dall'ente di controllo ai fini dell'osservanza delle norme relative al contenimento dei consumi di energia nell’esercizio degli impianti termici. Gli enti di controllo, ai sensi del L. 10/91 e L.R. 11/2001, sono i Comuni con popolazione > 30.000 abitanti (Treviso, Conegliano, Castelfranco Veneto e Montebelluna) e la Provincia per la restante parte del territorio.

Oltre ai documenti previsti per gli impianti di potenza < 35 kW, è necessario possedere:
La dichiarazione prevista ai sensi dell'art. 284 del D.Lgs. 152/2006.
Il libretto matricolare ISPELS per impianti ad acqua sotto pressione.
Il Certificato di Prevenzione Incendi per impianti di potenza > 116 kW.
Se l'impianto ha una potenza termica nominale > 232 kW, per la sua conduzione è necessario essere in possesso del patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici.
L’autorizzazione all’emissioni in atmosfera per impianti termici civili di potenza > 3000 kW.

- Il libretto di impianto ai sensi del D.M. 10/02/2014 e della D.G.R.V. 1363 del 28/07/2014.
- Il libretto di uso e di manutenzione con le istruzioni fornite dal fabbricante.
- La dichiarazione di conformità prevista ai sensi del D.M. 37/2008, documento attestante che i materiali utilizzati sono a norma e sono stati installati a regola d’arte.

Ai sensi dell’art. 287 del D.Lgs. n. 152/2006 “Norme in materia ambientale” e s.m.i, il personale addetto alla conduzione degli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a 232 kW deve essere munito di un patentino di abilitazione rilasciato al termine di un corso per conduzione di impianti termici, previo superamento dell’esame finale.
La Regione del Veneto, con la L. R. n. 11 del 13 aprile 2001 e la DGR. n. 1734 del 26 ottobre 2011, ha delegato alle Province le funzioni di rilascio dell'abilitazione alla conduzione degli impianti termici e di gestione dei relativi corsi di formazione; nonché di formazione ed aggiornamento del registro degli abilitati alla conduzione degli impianti termici.
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.