TAVOLA ROTONDA

uNA FINESTRA SUL MERCATO USA - PROVINCIA DI TREVISO
15.04.2019
L’economia italiana degli ultimi anni è stata caratterizzata da una congiuntura favorevole. Le previsioni per il biennio 2019-2020 delineano però rallentamenti economici nazionali contro i quali gli imprenditori accorti sono chiamati a programmare strategie commerciali atte a contrastarli.

È nota la vocazione e la capacità veneta all’esportazione e proprio nella internazionalizzazione le nostre aziende possono trovare opportunità di sviluppo.
Solo a titolo esemplificativo, si ricorda che già nel corso del 2018 le esportazioni manifatturiere venete sono cresciute del 2,5% superando quota 61 miliardi di euro.
Dall’esame del panorama mondiale delle opportunità, il mercato estero che appare più attraente è sicuramente quello americano, in particolare gli Stati Uniti. Il suo appeal deriva dalle dimensioni del mercato, dalla visibilità internazionale, dal potere di acquisto, dalla competitività, dalla stabilità del sistema paese.

I rapporti economici e commerciali sono un pilastro nelle relazioni tra Italia ed Stati Uniti e questi ultimi costituiscono il terzo mercato di sbocco per i nostri prodotti, dopo Germania e Francia.
Con una superficie di 9.161.923 km2 e circa 324 milioni di abitanti, gli Stati Uniti rappresentano il terzo paese più esteso ed il quarto paese più popolato al mondo ma, probabilmente, quello con più capacità di spesa. Sono la prima economia mondiale, con un PIL pari ad euro 18,6 trilioni di dollari nel 2016.
Anche la progressione degli indicatori macro economici dimostra la crescita ed il potere di acquisto di questo paese. Dal 2012 al 2016, il PIL nominale è passato da 12.547.039 milioni di euro a 17.772.970 milioni di euro con un incremento pari al 41,70%, la popolazione è passata da 314 a 323,9 milioni di abitanti con un incremento pari al 3,20%, il PIL pro-capite è passato da 51.458 a 57.321 dollari con un incremento pari al 11,40%.

Molte aziende italiane tentano, però di riproporre negli Stati Uniti le stesse tecniche di penetrazione e vendita utilizzate in Europa o in Cina ma le difficoltà di approccio penalizzano fortemente le possibilità di successo. Questo mercato target presenta delle particolarità legate al sistema giuridico, alla distanza, all’estrema competitività che è necessario conoscere per organizzare e superare al meglio. Operativamente sarà necessario approfondire la struttura e le caratteristiche del settore che si intende penetrare, i veicoli per acquisire visibilità, le possibilità di accesso al credito e le implicazioni fiscali.

Tenendo conto degli scenari che coinvolgeranno le imprese locali, da sempre motore dell’economia nazionale, anche la Provincia di Treviso si propone di affiancarle a sviluppare delle strategie di ingresso nel mercato oltre oceano attraverso un convegno che si terrà il 16 maggio alle ore 16.30 presso l’Auditorium Sant’Artemio.

In questa sede sarà presente un gruppo di esperti a rappresentare il MISE, l’ICE, uno studio legale e fiscale statunitense, uno studio fiscale italiano ed un operatore economico statunitense. Nel corso dell’incontro si affronteranno le opportunità di sviluppo legate all’internazionalizzazione negli Stati Uniti nonché le sue complessità, offrendo spunti di riflessione utili alla organizzazione delle imprese, per un Veneto sempre competitivo nel panorama produttivo.

QUI IL LINK PER REGISTRARSI ALL'EVENTO
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.