TTZ in Provincia di Treviso: presentate le proposte per il contenimento dell’inquinamento dell’atmosfera

23.09.2019
Si è tenuto presso la Sala Consiliare della Provincia di Treviso il Tavolo Tecnico Zonale previsto dalla normativa regionale per le proposte e le azioni da intraprendere per il risanamento dell’atmosfera ed il contenimento dell’inquinamento.

37 comuni su 94 hanno partecipato al tavolo per concordare le linee di indirizzo da adottare nelle ordinanze sindacali che, entro il 1° di ottobre, dovranno recepire il nuovo Accordo di Bacino Padano sottoscritto dal novembre 2017 e vincolante per alcune misure di attività previste. Le Regioni del Bacino Padano (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) e il Ministero dell’Ambiente hanno sottoscritto un Accordo di Programma, siglato il 9/6/2017. Sono stati individuati degli interventi comuni, ulteriormente a quelli già previsti dai singoli piani della qualità dell’aria vigenti, per un’azione coordinata e congiunta, da porre in essere nei seguenti ambiti:

-trasporti

-combustione di biomassa per il riscaldamento civile

-agricoltura.

Le modalità attuative sono state discusse a livello regionale nella seduta del Comitato Indirizzo e Sorveglianza della Regione Veneto tenutasi il 5 settembre 2019 a Venezia e, sulla base di quanto emerso. i Comuni sono stati chiamati a emettere le ordinanze sindacali secondo quanto previsto dal nuovo accordo.

Dopo la presentazione dei dati sui superamenti dei limiti di emissione di CO2 alla data del 4 settembre monitorati dall’ARPAV, si sono discussi i possibili interventi.

E’ una cabina di regia che vede la Provincia di Treviso in prima linea – dichiara il Presidente Stefano Marcon – con competenza e funzioni di coordinamento sulle attività dei Comuni e non solo; di indirizzo e supporto soprattutto, perché diverse sono le problematiche e le possibilità di azione che ogni Comune ha a seconda del proprio territorio

“E’ necessario fare squadra – sostiene il Consigliere Provinciale con delega all’ambiente Marianella Tormena che preside la seduta – ed ognuno per la propria piccola parte, aiuterà a contrastare i danni sulla qualità dell’aria.”

La Provincia – aggiunge Marcon - in quanto ente di coordinamento, ha il compito di individuare le attività tipiche dei Comuni, anche di minore dimensione o con diverse caratteristiche territoriali, che non sempre sono assimilabili a quelle proprie dei Comuni capoluogo o a più alta densità di popolazione; in questo modo, pur nella libertà di ognuno di adottare i provvedimenti che ritiene più consoni al proprio territorio, si cerca di dare indirizzi unitari e condivisi evitando che vengano imposte azioni non coerenti con le specificità territoriali”.

La Provincia di Treviso, in un piano di alcune azioni positive per l’ambiente presentato a breve, ha annunciato che pubblicherà un bando di sostegno per l’efficientamento di impianti termici civili che sarà inviato a tutti i Comuni per la divulgazione ai cittadini. Altre iniziative sono in programma per l’autunno e l’inverno 2019.

Si resta in attesa di ricevere dai Comuni le ordinanze che verranno emesse entro il 1° ottobre e si è tenuto conto della proposta da parte di alcuni Sindaci sulla necessaria partecipazione al TTZ delle società di trasporto pubblico locale con l’invito a potenziare le linee di trasporto soprattutto scolastico e nelle ore di punta.  

Treviso, 23 settembre 2019
0
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.