22 Dicembre 2022

Ultimo Consiglio Provinciale e Assemblea dei Sindaci: approvato il bilancio 2023-2025 della Provincia di Treviso

Si sono svolti ieri, mercoledì 21 dicembre, nella sede della Provincia di Treviso l'ultimo Consiglio Provinciale del 2022 e l'Assemblea dei Sindaci, per l'approvazione del Bilancio di Previsione del triennio 2023-2025. L’ordine dei lavori prevedeva prima la discussione in Consiglio, poi il passaggio all’Assemblea negli spazi dell'Auditorium, dove il bilancio è stato approvato con tutti voti favorevoli a eccezione di 4 astenuti, e, infine, il ritorno in Consiglio Provinciale per l’approvazione definitiva.
Il presidente della Provincia, Stefano Marcon, ha presentato gli obiettivi strategici 2023-2025 dell'attività programmatica dell'Ente, ovvero digitalizzazione e innovazione, finanza, crescita economica, sostenibilità e mobilità, tutti ambiti legati trasversalmente da un approccio di attenzione e riguardo alle pari opportunità e alla semplificazione delle procedure.

Passando al dettaglio dei dati di bilancio, le entrate previste nel 2023 ammontano a 120 milioni, di cui 61 milioni dai tributi, 52 da trasferimenti correnti e 6 da entrate extratributarie; le entrate per investimenti sono stimate a 38,17 milioni totali, di cui da contributi statali 8,2 per viabilità, 3,9 per ponti e viadotti e 7,7 per edilizia scolastica; a questi si aggiungono i contributi regionali per il Trasporto pubblico locale per 5,13 milioni e infine, 13,24 milioni da alienazioni di beni immobili.

La spesa corrente per il 2023 sarà di circa 111,78 milioni, di cui 3,15 per le manutenzioni ordinarie delle strade provinciali, 910.000 euro per assicurazioni, locazioni e servizi di vigilanza per gli istituti superiori secondari, altri 5,36 milioni per spese termiche, elettriche e idriche e 2,93 per gli interventi di manutenzioni ordinaria. A queste spese si aggiungono quelle in conto capitale, ovvero i contributi statali prima citati da 8,20 milioni per la viabilità e 3,9 per ponti e viadotti, a cui si sommano altri 600.000 euro per opere di manutenzione straordinaria e 6 milioni da accordi di programma sempre relativi alla viabilità; per l'edilizia scolastica superiore, le spese in conto capitale riguardano l'edificazione della succursale Cà del Galletto del Liceo Canova, che ammonta 9,19 milioni, la manutenzione straordinaria degli immobili scolastici, per altri 4,21 milioni e infine i lavori di recupero dell'immobile Ex Poste destinato al Liceo Artistico di Treviso, per un valore complessivo di 5,7 milioni.
Infine, gli investimenti previsti per le iniziative 2023 in materia ambientale ammontano a 1 milione di euro, a cui si devono aggiungere i finanziamenti per gli interventi di efficientamento energetico realizzati nelle scuole superiori, che consentono ogni anno di risparmiare 1700 tonnellate di CO2, ridurre dell'8% i consumi termici e del 30% quelli elettrici.

Nel corso del Consiglio e dell'Assemblea è stato anche presentato un resoconto grafico degli investimenti dal 2016 al 2022, che ha messo in evidenza l'ingente aumento di spese riservate dall'Amministrazione provinciale per il miglioramento di strade e scuole, passando da circa 1 milione di investimenti in ciascun settore negli anni di assestamento dopo la pesante perdita di risorse causata dalla riforma Delrio 56/2014, a un totale di investimenti che dal 2016 a oggi ammonta a 202,38 milioni di euro.
Dopo l'approvazione definitiva del Bilancio, tra gli altri punti all'ordine del giorno discussi in Consiglio, anche l'autorizzazione alla permuta dell'edificio “Ex Poste” con l'immobile provinciale del Comando dei Carabinieri di Treviso di via Bailo per realizzare la nuova sede del Liceo Artistico. Anche questa proposta è stata votata a favore da tutti i presenti.

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2023 Provincia di Treviso