20 Settembre 2022

Alluvione nelle Marche, la Protezione Civile della Provincia di Treviso partita per i soccorsi

Questa mattina, attorno alle quattro e mezza, la squadra di volontari della Protezione Civile della Provincia di Treviso è partita per Senigallia, per prestare soccorso alla comunità marchigiana colpita nei giorni scorsi da una tragica alluvione che ha devastato il territorio tra Ancona, Pesaro e Urbino.

Il gruppo, composto da 6 volontari come da indicazioni della Regione Veneto, che ha attivato subito dopo la calamità le sette Province per svolgere le operazioni di sgombero e ripulitura delle aree inondate, è arrivato nel Senigalliese verso le 9.30.

Nel dettaglio, la squadra della Provincia di Treviso organizzata per l'operazione è costituita da tre volontari dell'Associazione Cavalieri dell'Etere di Conegliano e tre della Protezione civile di Zero Branco ed è partita per le Marche attrezzata con un modulo AIB (utilizzato per le attività antincendio) che sarò impiegato per respingere il materiale fangoso dalle strade, un pick-up, un rimorchio, una motopompa e una pompa sommersa, mezzi necessari per liberare i locali dall'acqua.

Nella mattinata sono iniziate immediatamente le ricognizioni della zona e avviate le attività di sostegno alla popolazione, svuotamento delle cantine, smaltimento di ramaglie e detriti, pulizia delle strade dal fango e dai residui trasportati dall'acqua.

  

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2022 Provincia di Treviso