Servizio di tesoreria Comuni aderenti alla S.U.A.

BANDO DI GARA APERTO
Servizi
15.10.2018
26.11.2018 - 12:00

Servizio di tesoreria Comuni aderenti alla S.U.A.

Altivole, Arcade, Cappella Maggiore, Carbonera, Castello di Godego, Cessalto, Cordignano, Cornuda, Fontanelle, Nervesa della Battaglia, Preganziol, Sernaglia della Battaglia, Vidor, Volpago del Montello
Si chiede:
1. Allegato C retro I costi aziendali sostenuti vanno indicati con un importo definito ovvero si può indicare una percentuale sul compenso annuo;

2.  art. 19 Garanzie:  Interruzione prolungata dello sportello per oltre tre giorni.. a quali fattispecie si riferisce oltre ad eventuali scioperi.
1. è preferibile l'indicazione in euro, in ogni caso è necessario che la misura quantitativa sia determinabile in maniera certa;

2. sono le interruzioni per le quali il tesoriere non sia in grado di fornire giustificazioni tali da consentire al comune la non applicazione della penale.
SI AVVISA CHE E' STATO SOSTITUITO IL MODULO A
Si richiedono le seguenti informazioni per i seguenti Comuni: Comune di Altivole Comune di Preganziol Comune di Sernaglia della Battaglia Comune di Volpago del Montello attuale Istituto tesoriere; saldo attuale presso la contabilità speciale in Tesoreria Provinciale dello Stato; eventuali somme detenute presso il  Tesoriere (no in Banca d’Italia); utilizzo medio anticipazione di cassa nell’ultimo quinquennio; importo massimo anticipazione concedibile dal Tesoriere n. mandati e totale pagamenti anno 2017 n. reversali e totale riscossioni anno 2017 n. dipendenti attuali modalità di incasso buoni pasto e servizi comunali; nome della softwarehouse; eventuale ammontare delle fideiussioni rilasciate a garanzia dell’Ente dall’attuale Istituto Tesoriere; servizi MAV e SDD per l’incasso di somme comunali: se attivi e per quante disposizioni annue emesse Inoltre, si chiede di poter disporre in formato elettronico, qualora non già presenti sui rispettivi siti internet,  della copia del bilancio di previsione 2018 e del conto consuntivo 2017, completo con la relazione dei revisori.
Vedi allegati
altivole.pdf
volpago.pdf
Si chiede: 1. Tasso di interesse attivo(…) dove indicato non ammesso spread negativo, nella compilazione si può indicare €uribor 3 Mesi + spread con floor zero ? intendendo tasso zero se euribor negativo se positivo si conteggia il parametro variabile. 2. Anticipazioni di tesoreria. Alcuni Comuni pur dichiarando di non aver mai richiesto l’anticipazione pongono sul bilancio di previsione l’importo dell’affidamento. Si chiede se va previsto il potenziale utilizzo.
1. Lo spread non può essere negativo e il tasso creditore finale non può essere inferiore a zero come previsto dal disciplinare di gara. 2. L'anticipazione di tesoreria è richiesta con le modalità di cui all'art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000.
B Scheda offerta Tecnica - al punto sportello bancario è indicato:  “presenza di uno sportello già operativo sul territorio comunale o impegno ad aprirlo prima dell’inizio del servizio”   da capitolato:   “Presenza di uno sportello su territorio comunale o comune limitrofo ….”
La scheda B riporta i criteri premianti, il capitolato regolamenta l'esecuzione.
Si chiede di confermare in merito alla compilazione dell’Offerta tecnica All.B nel campo “Valute a carico dei beneficiari dei pagamenti con bonifico…..”, se come data ricezione, si intende il giorno successivo a quello di inoltro del mandato (rif. Circ.MEF 22 del 15.06.2018).
Sì come da circolare MEF 22 del 15.06.2018 inteso che l'ordine è il mandato.
La scheda offerta tecnica prevede l’indicazione del tasso di interesse attivo sulle giacenze di cassa con offerta di spread sul parametro di indicizzazione. E’ indicata poi una nota riferita al fatto che il tasso creditore finale non potrà mai essere inferiore a 0. Si chiede conferma che tale nota debba cosi intendersi, nella realtà attuale ove il parametro di indicizzazione è ancora negativo: parametro Euribor negativo + spread offerto dalla banca: la sommatoria dà un risultato negativo. Vale quindi la nota per cui il tasso creditore finale che viene applicato dalla Banca non può che essere pari a 0%; nel corso della durata contrattuale, parametro Euribor risale e sommato allo spread offerto dalla banca dà un tasso finito positivo. In quel caso la Banca applica il tasso finito risultante.
Si conferma.
Si chiede di specificare i seguenti punti: 1. Importo reversali anno 2017 ( reversali n. 1412) 2. Importo mandati anno 2017 (mandati n. 1570) 3. Delibera di approvazione Bilancio 2017
VEDI ALLEGATI.
Lotto 8 Comune di Cornuda inizio servizio 01.01.2020
Determina a contrarre
Lotto 5 , Comune di Castello di Godego - si chiede di chiarire se il corrispettivo per la conservazione sostitutiva sia compreso nel compenso per il servizio di tesoreria o se, invece, sia possibile effettuare un’offerta separata, come suggerisce il testo di convenzione all’art. 10, che precisa essere oggetto di offerta (non rinveniamo tale richiesta nella scheda di offerta economica) .
Come precisato al punto 18.3 del disciplinare di gara nella descrizione del punto 1 della scheda relativa al lotto 5 - Comune di Castello di Godego, tale corrispettivo è incluso nel compenso annuo forfettario per la gestione del servizio a carico del comune.
Lotto 4 - Comune di Carbonera In riferimento al parametro di gara n. 3 dell’offerta economica per il lotto n. 4 a pagina 81 del disciplinare di gara (Comune di CARBONERA), nonché all’art. 5 e all’art. 15 comma 7 del capitolato speciale, trattandosi di Comune già attivo in SIOPE+, si chiede conferma che gli adempimenti e gli oneri per la gestione dello stesso (predisposizione degli ordinativi, apposizione della firma digitale e trasmissione alla piattaforma SIOPE+ della Banca d’Italia) sono a carico del Comune. Il tesoriere sarà pertanto tenuto a garantire la solo tratta di competenza, ovvero BANKIT/SIOPE+ - TESORIERE e viceversa.
Gli adempimenti del tesoriere sono già inseriti nel compenso annuo forfettario, mentre l'offerta viene richiesta per le attività aggiuntive (individuate come "a carico del Comune"), altrimenti non ci sarebbe la necessità di prevedere un canone aggiuntivo. Non è escluso che il tesoriere si avvalga di un soggetto terzo.
In riferimento al parametro di gara n. 2 dell’offerta economica per il lotto n. 4 a pagina 80 del disciplinare di gara (Comune di CARBONERA), nonché all’art. 7 commi 5 e 7 e all’art. 15 comma 6 del capitolato speciale, relativi alla conservazione sostituiva dei documenti, tenuto conto che: 1. il tesoriere non è in possesso dei dati da conservare a parte quelli dallo stesso firmati; 2. il tesoriere non è soggetto abilitato alla conservazione e pertanto tale attività esula dal servizio di tesoreria; si chiede conferma che il concorrente potrà inserire nel suddetto parametro di gara la non disponibilità ad effettuare il servizio e che in tale ipotesi, qualora aggiudicatario all’esito della gara, la convenzione sarà modificata a coerenza. Il tesoriere sarà tenuto a conservare i documenti dallo stesso prodotti.
La conservazione informatica dei documenti si riferisce al servizio di tesoreria da effettuarsi da parte di apposito soggetto in possesso dei requisiti di legge. Si precisa, inoltre, che come da punto 21 del disciplinare di gara la "presentazione di offerte parziali, condizionate, alternative nonché irregolari ..." .... "in quanto non rispettano i documenti di gara" ... comporta l'esclusione.
In riferimento al parametro di gara n. 1 dell’offerta economica per il lotto n. 11 a pagina 90 del disciplinare di gara (Comune di PREGANZIOL), nonché all’art. 7 commi 5, 6, 7 e 8 del capitolato speciale, relativi alla conservazione sostituiva dei documenti, tenuto conto che: 1. il tesoriere non è in possesso dei dati da conservare a parte quelli dallo stesso firmati; 2. il tesoriere non è soggetto abilitato alla conservazione e pertanto tale attività esula dal servizio di tesoreria; si chiede conferma che il concorrente potrà inserire nel suddetto parametro di gara la non disponibilità ad effettuare il servizio e che in tale ipotesi, qualora aggiudicatario all’esito della gara, la convenzione sarà modificata a coerenza. Il tesoriere sarà tenuto a conservare i documenti dallo stesso prodotti.
La conservazione richiesta è quella relativa ai documenti prodotti e ricevuti dal Tesoriere nonché l'archivio digitale del precedente Tesoriere. In particolare, per quanto riguarda la gestione attraverso il sistema Siope+, i documenti da conservare da parte del Tesoriere sono quelli riferiti alla tratta Banca d'Italia - Tesoriere. Rimarrà a carico del Comune la conservazione dei documenti riferiti alla tratta Comune - Banca d'Italia. Si precisa, inoltre, che come da punto 21 del disciplinare di gara la "presentazione di offerte parziali, condizionate, alternative nonché irregolari ..." .... "in quanto non rispettano i documenti di gara" ... comporta l'esclusione.
Per valutare l’impatto dell’operatività della tesoreria sugli sportelli delle filiali interessate, si chiede un dettaglio del nr. delle operazioni relative all’anno 2017 eseguite per contanti distinti per ciascuno dei Comuni interessati.
Vedi allegato
In ordine alla previsione di cui alle pagg. 9 e ss. del Disciplinare di gara, chiediamo conferma che il periodo massimo per la proroga tecnica sia da considerarsi 180 gg?
Sì da normativa vigente; con la precisazione che come da singole specifiche il Tesoriere, dopo la scadenza del contratto, ha l’obbligo, se richiesto dal Comune, di continuare il servizio per il tempo necessario all’espletamento della procedura di gara secondo le vigenti disposizioni di legge e, comunque, fino al subentro del nuovo gestore, alle stesse condizioni del contratto.
Circa le previsioni contenute nella maggioranza degli schemi di convenzione, pubblicati per i vari lotti, in tema di “privacy”. Si chiede conferma che non sia necessario nominare il tesoriere quale Responsabile esterno del trattamento dei dati (GDPR 679/2016). Si rappresenta, infatti, che tale nomina avrebbe un fondamento giuridico qualora i Comuni si avvalessero del tesoriere per l’espletamento di servizi, disciplinati a livello contrattuale, comportanti un trattamento di dati riferiti ai Comuni stessi. Il Tesoriere, invece, fornisce alla controparte determinati servizi bancari per la gestione dei quali deve necessariamente trattare i relativi dati personali, configurandosi esso stesso quale Titolare del trattamento nel rapporto che unisce dette parti contrattuali.
Il contratto di tesoreria comporta necessariamente che il tesorlere tratti dati personali per conto dell'Ente ne consegue la nomina del tesoriere quale responsabile esterno del trattamento dei dati personali.
Lotto 14, Comune di Volpago del Montello – si chiede conferma che il modello di offerta tecnica, alla voce sub 6 “sportello bancario”, debba essere letto in coordinamento con lo schema di convenzione pubblicato per il medesimo Comune, che prevede “Il Servizio di Tesoreria dovrà essere svolto direttamente presso una Filiale del Tesoriere sita in territorio di Volpago del Montello o attraverso uno sportello operativo in comune limitrofo” (art. 2), perciò non soltanto nel territorio comunale.
La scheda B riporta i criteri premianti il capitolato/Convenzione regolamenta l'esecuzione del servizio.
Lotto 14, Comune di Volpago del Montello – si chiede di chiarire se il corrispettivo per la conservazione sostitutiva sia compreso nel compenso per il servizio di tesoreria o se, invece, sia possibile effettuare un’offerta separata, come suggerisce il testo di convenzione all’art. 8.
E'compreso nel compenso annuo forfettario per la gestione del servizio come da punto 18.3 parte descrittiva del criterio 1.
Lotti 11 e 13, Comuni di Preganziol e Vidor  – lo schema di convenzione prevede, per la conservazione sostitutiva, che “All’attivazione del servizio, il Tesoriere si impegna ad acquisire, senza onere alcunoper il Comune, l’intero archivio digitale conservato dal precedente Tesoriere/Conservatore”. Si chiede se tali Comuni abbiano già attivo un servizio di conservazione e, in caso positivo, si fa presente che, con il passaggio tra Tesorieri/Conservatori, è l’ente che deve inviare in conservazione l’archivio precedentemente conservato c/o altro soggetto, fermo restando che il nuovo Conservatore lo prenderà in carico. Si ricorda, peraltro, che – al di là della cessazione del contratto di conservazione – il Conservatore mantiene la relativa responsabilità per 10 anni successivi alla data di invio in conservazione del documento digitale.
Lotto 11: La conservazione richiesta è quella relativa ai documenti prodotti e ricevuti dal Tesoriere nonché l'archivio digitale del precedente Tesoriere. In particolare, per quanto riguarda la gestione attraverso il sistema Siope+, i documenti da conservare da parte del Tesoriere sono quelli riferiti alla tratta Banca d'Italia - Tesoriere. Rimarrà a carico del Comune la conservazione dei documenti riferiti alla tratta Comune - Banca d'Italia.
Il Tesoriere dovrà conservare presso un soggetto abilitato i documenti relativi alla propria gestione e quelli dei Tesorieri precedenti. Il Comune non ha un servizio di conservazione per i documenti di Tesoreria.

Lotto 13:
L' Ente è passato all’ordinativo informatico dal 01.10.2018 (a seguito dell’avvio del SIOPE +) e la conservazione dei documenti fino al 31.12.2018 è a cura dell'Ente tramite il proprio conservatore incaricato.
Le condizioni sulla conservazione previste dalla Convenzione/Capitolato saranno applicate dall’attivazione del servizio.
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.