Direttore Generale

Carlo Rapicavoli

Carlo Rapicavoli

Nato a Nicolosi (CT) il 26/10/1967

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Catania

 

 

  • Avvocato
  • Iscritto all'albo professionale dei Giornalisti, elenco pubblicisti, dal 14.01.1991
  • Iscritto all'Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali, con deliberazione n. 14/5 del 2 luglio 1998 del Consiglio Nazionale di Amministrazione dell'Agenzia Autonoma per la Gestione dell'Albo dei Segretari Comunali e Provinciali
  • Iscritto all'elenco dei Segretari Generali delle Camere di Commercio di cui all'art. 20 della Legge 580/1993 e all'art. 2 del D. M. 422/1995;
  • Dipendente dell’Amministrazione Provinciale di Treviso dal 06.12.1996
  • Dirigente del Settore Ambiente e Pianificazione Territoriale dal 01.05.1999 al 30.06.2011
  • Vice Segretario Generale dal 01.07.2003
  • Direttore Generale dal 01.01.2007
  • Coordinatore dell'Area Gestione del Territorio dal 01.01.2007
  • Dirigente del Settore Affari Legali, Contratti e Provveditorato dal 01.01.2014
  • Responsabile della prevenzione della corruzione (Legge 190/2012) e Responsabile della trasparenza (D. Lgs. 33/2013)
  • Segretario Generale dell’UPI Veneto – Unione Regionale delle Province del Veneto dal 2009
  • Segretario Generale facente funzioni dal gennaio a giugno 2013
  • Componente, in rappresentanza delle Province Italiane, del Comitato di attuazione costituito presso il Ministero della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e previsto dal protocollo di intesa sottoscritto con il Ministro per valorizzare la produttività del lavoro pubblico, l’efficienza e la trasparenza delle Province, in attuazione del decreto  legislativo 27 ottobre 2009, n. 150
  • Componente, in rappresentanza delle Province Italiane, del Comitato Tecnico di Settore che esercita il potere di indirizzo nei confronti dell'ARAN e le altre competenze relative alle procedure di contrattazione collettiva per i dipendenti degli Enti locali, delle Camere di commercio e dei segretari comunali e provinciali; cura le attività di relazione con le Organizzazioni Sindacali, le strutture tecniche del Governo e con gli altri soggetti per i quali viene incaricata dal Comitato e gestisce i rapporti con l’ARAN, opera la valutazione e la quantificazione dei costi contrattuali connessi all’emanazione degli atti di indirizzo per la sottoscrizione degli atti negoziali da parte dell’ARAN
  • Componente, in rappresentanza delle Province Italiane, del Tavolo Tecnico Permanente previsto dal protocollo d'intesa stipulato tra l'U.P.I. e la C.I.V.I.T., Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l'Integrità delle Amministrazioni Pubbliche, ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 150/2009;
  • Soggetto attuatore per la Provincia di Treviso per il superamento dell'emergenza derivante dagli eventi alluvionali che hanno colpito la Regione Veneto dal 31 ottobre al 2 novembre 2010 (O.P.C.M. n. 3906/2010 - Ordinanza del Commissario n. 2/2010);
  • Componente del Consiglio Direttivo dell’ANDIGEL, Associazione Nazionale Direttori Generali Enti Locali
  • Consulente tecnico del Pubblico Ministero in vari procedimenti penali presso la Procura della Repubblica di Treviso
  • Autore di numerose pubblicazioni e articoli su diritto amministrativo e degli Enti Locali e sulla normativa ambientale nonché docente in vari corsi di formazione e relatore in seminari e convegni sugli stessi temi

 

 

 

Documento in formato Adobe AcrobatCurriculum vitae (433 KB)

 
 

Attività

1.   Il Direttore Generale (art. 31 del Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi):

a)   sovrintende e coordina l'attività propositiva e gestionale dei coordinatori di area e dei dirigenti responsabili dei settori;

b)   dirime i conflitti fra gli uffici;

c)   presiede direttamente le commissioni di concorso per l'assunzione del personale appartenente al massimo livello;

d)   costituisce e gestisce il rapporto di lavoro della Provincia con i dirigenti, salva la competenza del Presidente nell’attribuzione, modifica e revoca degli incarichi; il Direttore Generale è, tra l’altro, competente allo svolgimento di tutta l’attività di cui all’art. 27 CCNL EE.LL. area dirigenziale 1995; l’atto di recesso di cui all’articolo succitato viene adottato congiuntamente dal Presidente e dal Direttore Generale, a seguito di provvedimento favorevole della Giunta Provinciale deliberato su proposta del Direttore Generale. Nella figura del Direttore Generale viene identificato, agli effetti dell’art. 55, 4° comma, D.Lgs. n. 165/2001, l’Ufficio competente per il procedimento disciplinare cui sia interessato il personale dirigenziale.


2.   Il Direttore Generale coordina la Conferenza dei Dirigenti e il Comitato di Direzione. In questo ambito, il Direttore Generale, i Dirigenti e il Segretario Provinciale esaminano collegialmente i problemi organizzativi e formulano proposte di soluzione agli organi di governo della Provincia.

 

3.   Il Direttore Generale esercita le seguenti prerogative gestionali:

a)   riesamina annualmente l'assetto organizzativo dell'ente e la distribuzione dell'organico effettivo e assume eventuali provvedimenti in merito;

b)   verifica i processi di mobilità tra i diversi ambiti settoriali e dispone le mobilità;

c)   coordina l'attività di pianificazione e controllo e approva preventivamente e verifica successivamente i progetti obiettivo e i piani di lavoro presentati dai settori;

d)   cura l'integrazione e il coordinamento tra tutte le attività e tutti gli interventi delle strutture;

e)   esprime pareri e proposte all'Amministrazione sull'impostazione del bilancio preventivo annuale e del programma pluriennale;

f)   nomina i titolari di posizione organizzativa;

g)   propone alla Giunta l'istituzione o la soppressione di servizi, con relative disposizioni in materia di assegnazione del personale;

h)   partecipa alle sedute della Giunta Provinciale e, su richiesta del presidente, interviene per illustrare proposte o fornire chiarimenti in merito alle attività gestionali;

i)   provvede all’assegnazione del personale, dei mezzi e degli strumenti ai settori, alla designazione del personale dell’area per lo svolgimento eventuale di compiti che riguardano più aree e all’adozione dei provvedimenti di mobilità del personale;

j)   svolge tutte le altre funzioni previste dallo statuto e dai regolamenti.


4.   Nel caso di mancata nomina di tutti o di parte dei coordinatori di area, le relative funzioni sono esercitate dal Direttore Generale.


5.   Al fine di migliorare l’organizzazione degli uffici ed assicurare più elevati livelli di funzionalità, il presidente può attribuire o delegare al direttore generale ulteriori funzioni al momento del conferimento dell'incarico o con successivi provvedimenti.


6.   Al direttore generale, se dipendente dell’Ente, possono essere attribuite anche funzioni di dirigente di settore.



 

Recapiti - Segreteria

Responsabile della Segreteria: Chiara Casarin 

Via Cal di Breda, 116 - 31100 Treviso

Telefono: (+39) 0422 656-683
Fax: (+39) 0422 656-677
E-mail: Scrivi al Direttore Generale

 
 

Provvedimenti e Direttive del Direttore Generale

08 aprile 2014

Legge 7 aprile 2014 n. 56 - Disposizioni sulle Città Metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni

Scarica il testo della direttiva (598 KB)
 

7 aprile 2014

Regione Veneto - Legge finanziaria 2014

Scarica il testo della direttiva (99 KB)
 

08 marzo 2014

Piano triennale di prevenzione della corruzione e Codice di Comportamento

Scarica il testo della direttiva (58 KB)
 

08 marzo 2014

Legge 27 febbraio 2014 n. 15 e D. L. 6 marzo 2014 n. 16

Scarica il testo della direttiva (787 KB)
 

31 gennaio 2014

Piano triennale di prevenzione della corruzione anni 2014 - 2016. Legge 190/2012

Scarica il testo del piano (3438 KB)
 

22 gennaio 2014

Codice di comportamento dei dipendenti della Provincia di Treviso

Scarica il testo del codice di comportamento (412 KB)
 

05 gennaio 2014

Legge 147/2013 – Legge di stabilità – D. L. 30 dicembre 2013 n. 150 e n. 151 – Proroghe di termini

Scarica il testo della direttiva (150 KB)
 

22 dicembre 2013

Disegno di legge “Disposizioni sulle Città metropolitane e sulle Province” – Testo approvato dalla Camera dei Deputati

Scarica il testo della nota (466 KB)
 
   2  3  4  5  6  7  8  9  10   Successive  
 

 

Uffici del Settore